Istanza dell’Amministratore di Sostegno per l’acquisto di un immobile

ISTANZA DELL'AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO PER L'ACQUISTO

DI UN BENE IMMOBILE IN NOME E PER CONTO DEL BENEFICIATO

 

Per quanto possa più facilmente accadere il contrario, ovvero che si debba chiedere l'autorizzazione a vendere un immobile del beneficiato per fare fronte alle esigenza di vita dello stesso, a volte ci si può trovare a dover acquistare un edificio o un terreno proprio al fine di consentire la tutela degli interessi della persona sottoposta ad Amministrazione di Sostegno.

Per consentire di orientarsi facilmente in tale situazione, riportiamo di seguito un facsimile di esempio di istanza da depositare al Giudice del Tribunale.


Tribunale di Venezia

Istanza ex artt. 374 e 411 cod. civ.

Ill.mo Sig. Giudice Tutelare,
lo scrivente Avv. Alberto Vigani, con studio in Eraclea, alla via Fausta, nella sua qualità di amministratore di sostegno del sig. ……………….., nato a……………….., in data ……………….. e residente in ……………….., alla via ……………….., nominato con decreto n. ………………../……………….. emesso dal Giudice dott. Lina Tosi del Tribunale di venezia Sezione Distaccata di San Donà di Piave in data …………………

premesso che

1) ad oggi l’assistito sig. ……………….. vive in un edificio rurale sito in San Donà di Piave, alla via ……………….. il quale a causa della vetustà e della mancata manutenzione versa oggi in condizioni di dissesto e di inadeguatezza sanitaria: lo stesso, infatti, necessiterebbe di essere integralmente messo a norma e ristrutturato sia negli impianti che negli isolamenti e rivestimenti. Non si poi sottacere che anche da un punto di vista strutturale lo stabile lascia a desiderare e richiederebbe a breve degli interventi ai fini della sua conservazione statica e del suo risanamento edilizio (segnatamente, …………………);

2) L'edificio è anche molto isolato ed è raggiungibile esclusivamente percorrendo una stretta viuzza di campagna che lo rende difficoltoso da raggiungere per tutti coloro che devono prestare assistenza al beneficiato, oltre a poco consentire il monitoraggio continuo delle sue condizioni di salute;

3)  lo scrivente Amministratore ha appreso da bando pubblico della messa in vendita nel medesimo Comune di San Donà di Piave, alla via ……………….., di un appartamento di proprietà dell'ATER di circa mq 50, realizzato nell’anno 2008, luminoso e privo di barriere architettoniche, per un prezzo di € 110.000,00;

4) l'edificio ove è sito l'appartamento in vendita è stato costruito dal medesimo ATER al fine di darvi ospitalità a persone indigenti o con problematiche necessitanti il costante monitoraggio dei Servizi Sociali che, pertanto, saranno presenti in loco con modalità costanti;

5) l’acquisto dell'indicato appartamento risulta perciò essere conveniente per il beneficiato per ragioni sanitarie e logistiche nonchè in quanto …………………;

6) il beneficiato ha ricevuto dall'INAIL il saldo di quanto spettantegli a titolo di indennità e perciò possiede una somma di molto superiore di ciò che sarebbe necessario per l’acquisto dell'appartamento;

7) il beneficiato ha quindi a Sua disposizione l'importo di € 350.000,00 versato interamente sul c.c.p. n. …………………, acceso presso l'Ufficio Postale di San Donà di Piave, a lui intestato e vincolato all’ordine del Giudice Tutelare;

Tanto premesso l’istante ADS nella sua predetta qualità

FORMULA ISTANZA

affinchè la S.V. Ill.ma, giusta il disposto di cui artt. 374 e 411 c.c., Voglia autorizzarlo ad acquistare in nome e per conto dell’assistito sig. ……………….. l’appartamento de quo prelevando a tal fine la somma di € 110.000,00 (oltre ad imposte: per come conteggiate nell'allegato bando), dal conto corrente n. ……………….. . Voglia quindi autorizzare il presenziare in nome e per conto del beneficiato sottoposto ad Amministrazione di sostegno avanti il Notaio Valeria Terracina di San Donà di Piave per acquistare il predetto ed individuato immobile.

Con osservanza.
Si allega:

  • documentazione fotografica dell'immobile ad oggi occupato;
  • dichiarazione del Geom. Rossi in merito alla carenza dei requisiti igienico sanitari dell'edificio rurale;
  • copia del bando per la vendita dell'Appartamento in Condominio ATER;
  • parere favorevole dei Servizi Sociali del Comune di San Donà di Piave;
  • bozza atto di compravendita immobiliare predisposta dal Notaio Valeria Terracina.

Eraclea, 21.10.2010

L’amministratore  di sostegno

Avv. Alberto Vigani

Depositato in cancelleria oggi ………………..
Il cancelliere ………………..

Related Articles:

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Questa voce è stata pubblicata in ADS, Amministratore Sostegno, Amministratori di sostegno, Esempio atti giudiziari e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Istanza dell’Amministratore di Sostegno per l’acquisto di un immobile

  1. Paolo scrive:

    Buongiorno. Io ho il “problema contrario”.
    Io e mia moglie stiamo portando avanti le pratiche per l’amministrazione di sostegno a favore di mio suocero che a causa di un’ischemia non è più in grado di badare a se stesso (ha perso l’uso della parola ed è paralizzato alla parte destra). In particolare dovremo richiedere la vendita dell’immobile dove viveva mio suocero con la moglie perchè attualmente mio suocero è, e sarà (a vita), ricoverato presso una RSA e mia suocera non percependo alcuno stipendio nè pensione non può più mantenere più la casa, se stessa e pagare la retta della RSA. Con i soldi della vendita della casa (che acquisteremmo io e mia moglie) mia suocera (che è in regime di comunione dei beni) acquisterà un piccolo appartamento che potrà mantenere più facilmente con la sua metà di soldi che percepirà dalla vendita, mentre l’altra metà immagino che verrà “congelata” con buoni statali intestati a mio suocero. Dovremo anche richiedere un “mensile” per mia suocera che fino a prima dell’ictus del marito veniva da lui mantenuta. Esiste qualche sentenza che possa aiutarci in questa richiesta da fare al giudice tutelare in una situazione simile? Ci preoccupa, oltre alla possibilità di vendere l’immobile e successivamente comprarlo noi, il “vitalizio” x mia suocera che altrimenti non saprebbe più come vivere. La pensione di mio suocero (unita all’accompagnamento che gli è stato riconosciuto) sarebbe sufficiente a pagare la rata e mantenere la moglie.
    Grazie, saluti

  2. admin scrive:

    Gentile Paolo,
    credo nulla osti alla vendita della casa, previa autorizzazione del giudice, ed a destinare il 50 % a suo padre e l’altrà metà a sua madre, per l’uso che questa riterrà di fare. Gli importi di spettanza di suo padre dovranno essere investiti come provvederà il magistrato.
    Non credo sarà invece possibile valutare un mantenimento di sua madre a carico di suo padre perchè non ve ne sarebbe titolo.
    Per miglior dettaglio, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team del mio studio e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

  3. Barbara scrive:

    buongiorno, io sono Amministratore di sostegno di mio padre, vorrei chiedere al giudice tutelare autorizzazione per chiedere di sostituire una caldaia e dei termosifoni a casa di mio padre dove però vive mio fratello da solo ed è disoccupato con pochi risparmi da parte. Mio padre invece vive in una casa di riposo, secondo lei il giudice mi autorizzerà il prelievo di determinata somma per questi beni da acquistare? Anche perchè sto valutando di fare tornare a casa mio padre e vivere con mio fratello anche per tenersi compagnia. Perfavore attendo sua risposta. Grazie Saluti.

  4. admin scrive:

    Credo che se la richiesta sarà ben documentata, e illustrante il perseguimento degli interessi del beneficiario, vi potranno essere valide speranze di accoglimento. Mi pare però che nulla valga l’utilizzo da parte del fratello.
    Per miglior dettaglio, La rinvio anche a quanto spiegato nella Guida Breve all’Amministratore di Sostegno che abbiamo preparato con il team dello studio di un legale associato e che può scaricare cliccando QUI: http://www.amministratoridisostegno.com/2010/10/scarica-gratis-la-guida-breve-alamministratore-di-sostegno/

    Speriamo di esserle stati di aiuto e per darci il suo sostegno le chiediamo di cliccare su mi piace sulla pagina facebook di http://www.amministratoridisostegno.com che trova qui: http://www.facebook.com/amministratoredisostegno
    Grazie mille.
    Cordialità.

    Paola
    Staff Associazione AMMINISTRATORIDISOSTEGNO.COM

    Puoi seguirci con Avvocatogratis.com anche su TWITTER cliccando QUI

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>